Skip to content
Dinosauri .ORG

Apatosaurus

Nome: ApatosaurusDiet: HerbivorousWeight: 38 tonsPeriod: Late JurassicFound in: USA

Il genere Apatosaurus comprendeva un gruppo di saurisquios saurisquios saurisquios saurópodos diplodócidos dinosauri che abitavano la Terra durante il periodo giurassico.

Questo genere avrebbe avuto dimensioni davvero grandi, con un’altezza non trascurabile di 4,5 metri e una lunghezza di 23 metri.

Non ostantelo davvero notevole di questo dinosauro è che avrebbe potuto pesare fino a 38 tonnellate, una dimensione ovviamente considerevole.

Questi ultimi dati lo collocherebbero senza dubbio all’interno di una possibile classifica dei dinosauri più pesanti che sono esistiti.

Se avete trovato interessante questa breve presentazione, non dimenticate di leggere il seguente articolo….. Sotto troverete le informazioni complete di Apatosaurus . Restate qui e scoprite tutto su questo erbivoro dinosauro giurassico erbivoro!

Tassonomia di Apatosaurus

ReinoFiloClaseSuperordineOrdineSubordineInfraordenSuperfamiliaFamiliaSubfamiliaGenderAnimaliaChordataSauropsidaDinosauriaSaurischiaSauropodomorphaSauropodaDiplodocidaeDiplodocidaeApatosaurinaeApatosaurinaeApatosaurus

  • Apatosaurus apparteneva al regno Animalia.
  • Il bordo su cui è classificato è Chordata.
  • La classe a cui apparteneva questo dinosauro è Sauropsida.
  • Apatosaurus è classificato nel superordine Dinosaur.
  • L’ordine di questo dinosauro è Saurischia.
  • È classificato nel sottordine Sauropodomorpha.
  • Apatosaurus apparteneva all’infraordine. Sauropoda
  • È classificato nella superfamiglia Diplodocoidea.
  • Apparteneva alla famiglia Diplodocidae.
  • La sottofamiglia di Apatosaurus è Apatosaurinae.
  • Il genere si chiama Apatosaurus.

La scoperta di questo dinosauro

Un dettaglio non secondario di questo animale è che il ritrovamento ha rappresentato per il mondo della Paleontologia un ritrovamento senza pari , è stato possibile trovare per la prima volta una struttura completa, un dettaglio che ha portato gli scienziati a mostrare questa struttura davanti a tutto il pubblico, un fatto senza precedenti fino a quel momento.

Lo sapevate che….Per quanto riguarda i fossili trovati possiamo dire che le vertebre situate nel collo e gli elementi ossei che si trovavano alle estremità, godevano di una maggiore lunghezza e di un volume molto più considerevole, se lo confrontiamo con un altro esemplare ufficialmente denominato Diplodocus .

I resti di questo esemplare sono stati trovati in un luogo chiamato Cantera Quarry , e altri resti sono stati trovati in stati come Wyoming e Colorado.

 alt=' height='265

Tuttavia, secondo recenti notizie, alcune altre strutture sono state trovate anche in altri stati degli Stati Uniti d’America, come lo Utah e l’Oklahoma.

Grazie agli studi dei suoi resti fossili, si è potuto stabilire che Apatosaurus abitava il pianeta terra circa 155 milioni di anni fa e che poteva essere distribuito intorno al vasto territorio che oggi conosciamo come Nord America .

Il suo nome deriva dal greco e significa letteralmente “rettile ingannevole”, perché alcuni dei suoi pezzi di osso erano simili a quelli di una lucertola marina preistorica chiamata Mosasaurus .

Caratteristiche di questo dinosauro

Descrizione di Apatosaurus

Il Apatosaurus aveva bisogno dei suoi quattro arti per spostarsi da un luogo all’altro, quindi siamo davanti a un dinosauro quadrupede.

Inoltre aveva un collo di grande lunghezza come avevamo già potuto sottolineare, essendo questa una delle sue caratteristiche più note.

La sua coda godeva anche di notevoli dimensioni e godeva anche della forma di una grande frusta, con la quale poteva sicuramente colpire i suoi nemici più frequenti in un modo o nell’altro, causando danni o lesioni gravi. Questo ci porta ancora una volta ad osservare come i dinosauri erbivori avessero bisogno di una certa struttura anatomica per difendersi dai loro predatori.

Sulle loro estremità situate nella zona anteriore, possiamo chiaramente osservare che queste hanno goduto di una dimensione più piccola rispetto alle estremità della zona posteriore .

Lo sapevate che….Questo esemplare era davvero enorme, è all’interno del registro dei dinosauri di dimensioni maggiori di tutta la storia del nostro grande pianeta, infatti è stato calcolato che questo gigantesco esemplare è arrivato ad avere un’altezza di quasi 450 centimetri solo fino alla zona in cui si trova l’anca, una dimensione maestosa.

Tutte queste cifre e calcoli sulle reali dimensioni di questo esemplare si basano su un individuo che è stato trovato in uno dei luoghi sopra menzionati, raggiungendo quasi 23 metri di lunghezza e un peso approssimativo di 22,4 tonnellate .

Dopo alcuni anni sono stati fatti diversi studi per conoscere meglio le reali dimensioni di questo animale e i risultati non erano molto diversi da quelli già indicati, è stato dimostrato che questo animale avrebbe avuto un peso massimo di 38,2 tonnellate e un peso minimo di 21,8 tonnellate.

Le cifre di cui sopra hanno reso questo esemplare frequentemente confrontato con un altro grande esemplare chiamato con il nome di Dreadnoughtus, che in realtà era un titanosauro a rete titanosauro i cui resti fossili sono stati trovati in un paese della parte meridionale del continente americano, in Argentina.

Size of Apatosaurus

Anche altri esemplari trovati in altri stati sono stati studiati con molta pazienza, per cui è stato determinato che questi esemplari mantengono volumi e dimensioni simili.

Ad esempio, l’elemento osseo che è stato trovato nello stato dell’Oklahoma ha un’altezza totale di 1,35 metri, che in realtà consiste di una vertebra, e solo è del 27% più grande dell’elemento osseo del campione studiato sopra.

Sugli altri elementi vertebrali di questo nuovo soggetto ancora in costante studio, possiamo dire che questi erano di una qualità meno estesa e che per questo motivo si sono rivelati molto più resistenti o compatti.

Per quanto riguarda le estremità della parte posteriore dell’animale, queste si sono rivelate più lunghe ma anche più spesse, per cui è facile immaginare questo esemplare come un esemplare robusto.

È stato calcolato che l’area della coda era spesso mantenuta galleggiante nell’aria, senza la necessità di toccare il suolo in qualsiasi momento, tuttavia, questo è accaduto solo se l’animale si muoveva da un punto all’altro.

Una qualità che lo ha fatto assomigliare ad altri esemplari posti anche all’interno del gruppo di sauropods , è che questo animale aveva un artiglio pericoloso di dimensioni eccezionali , che si trovava in ogni estremità, oltre che nelle altre estremità presentava artigli più piccoli nelle tre dita principali.

Sull’elemento del cranio possiamo dire che riconosciuto per la prima volta nel 1975, questo è accaduto molti anni dopo che il Apatosaurus aveva già un nome ufficiale nel mondo della Paleontologia.

Questo elemento della testa non ha goduto di una dimensione maggiore, se lo confrontiamo con il resto della sua struttura ossea, risulta essere in realtà un cranio di magnitudini minime.

Un’altra caratteristica che la assimila ai popolari sauropods , è il modo in cui gli elementi vertebrali del suo collo si biforcano, che in realtà formano una serie di strutture che possiamo chiamare spine , motivo per cui l’aspetto di questa zona è di robustezza e resistenza.

La cosa curiosa di questa zona del collo è che aveva bisogno di avere un volume molto più piccolo per facilitare il movimento e lo spostamento dell’esemplare, per una tale situazione questa struttura portava al suo interno una serie di sacchi conformi all’aria , così che effettivamente il peso della zona del collo era ridotto in grande misura.

Per quanto riguarda le costole di Apatosaurus, possiamo dire che queste erano di dimensioni molto più grandi se le confrontiamo con le costole di altre creature considerate come diplodócidos.

.

La stessa cosa è successa con la cassa di questo esemplare, era una struttura che godeva di una grande profondità, così come abbiamo trovato questa caratteristica anche nelle ossa delle estremità, che presentavano una grande solidità in tutta la loro struttura.

La dieta di questo dinosauro erbivoro

Come abbiamo accennato all’inizio di questo articolo, questo dinosauro ha seguito una dieta erbivora, tuttavia, ogni specie erbivora ha dati specifici sul suo modello di alimentazione e sul suo intero sistema digestivo , quindi vedremo di seguito quali peculiarità ha avuto l’ Apatosaurus .

Per quanto riguarda la dieta di questo dinosauro erbivoro, si è ipotizzato che questo dinosauro avrebbe potuto ingerire una serie di pietre spesso chiamate gastrols , essendo questo fenomeno lo stesso che alcuni uccelli dei nostri giorni.

Questi gastrols stavano agendo per svolgere una funzione importante: lavorano o macinano gli alimenti in modo più efficiente, poiché la zona mandibolare non era sufficientemente adatta a svolgere tale funzione, quindi solo in questo modo l’ Apatosaurus poteva garantire l’estrazione di tutti i nutrienti da quell’alimento.

Sull’area mandibolare di questo esemplare si vede chiaramente che è stato formato anche da una struttura dentale che ha suscitato grande interesse durante la sua analisi.

Gli elementi dentali avevano la forma di uno scalpello (strumento), e sono stati completamente progettato per estrarre e schiacciare diversi tipi di verdure, ma non per strappare i tessuti di altri animali del suo tempo, che ha portato a determinare con molto criterio che era una creatura di carattere erbivoro.

Altri dettagli sull’Apatosaurus

Dettagli su Apatosaurus

Come abbiamo introdotto in precedenza il Apatosaurus prende questo nome perché in linea di principio le vestigia di questo esemplare sono state confuse con un altro esemplare che si è rivelato essere una lucertola marina di un’epoca simile a quella di Apatosaurus.

.

Ecco perché nella sua nomenclatura doveva essere osservata la qualità di “ingannevole” ed effettivamente così si incarna nel nome ufficiale di questo enorme animale preistorico.

Nel 1877, quando Charles Marsh era incaricato di rendere pubblici i recenti ritrovamenti che erano stati effettuati, questa scoperta consisteva in un esemplare che non aveva ancora raggiunto lo stadio di maturità, quindi i dati che conosciamo oggi non hanno potuto essere resi pubblici, a causa della loro ignoranza.

Tuttavia, due anni dopo questa scoperta, questo famoso ricercatore è stato responsabile della revisione di un’altra struttura ossea molto più conservata e che era completa, un esemplare che oggi conosciamo con il nome ufficiale di Brontosaurus excelsus , nome che è stato dato dal ricercatore stesso nello stesso anno.

Il vero significato del nome del Brontosaurus excelsus excelsus , è qualcosa di simile a “lucertola tuono superato in gran numero”, perché questo esemplare presentava un insieme di vertebre molto abbondanti , anche allora si riteneva che fosse l’animale che presentava più di questi elementi in tutta la storia del pianeta.

Nonostante ciò, con i dati conosciuti oggi, è solo uno dei sauropods che hanno questa quantità di vertebre nella sua totalità, caratteristica che è stata osservata in altri esemplari.

All’inizio del ventesimo secolo, esattamente tre anni dopo questo evento, si è concluso che la struttura ossea ritrovata nel Apatosaurus era in realtà un Brontosaurus che non aveva ancora raggiunto l’età adulta, tuttavia, poiché il nome iniziale era Apatosaurus, il mondo scientifico ha deciso di continuare a chiamarlo così.

E ‘allora quando il nome di Brontosaurus è andato in secondo piano, come semplice sinonimo del protagonista dinosauro di questo articolo, e va aggiunto che questo nome è stato mantenuto nelle pubblicazioni ufficiali della scienza fino a più di 70 anni dopo , quando finalmente hanno deciso di eliminare questa parola.

Quando ebbe luogo la prima esposizione di questo esemplare, l’intero mondo scientifico e milioni di dilettanti rimasero affascinati dalla notizia, e per questa missione gli elementi ossei trovati dovettero essere preparati in modo che l’assemblea potesse essere portata a termine con successo.

Per completare gli elementi mancanti, sono stati utilizzati elementi provenienti da altri animali, che si sono rivelati essere parenti diretti dell’esemplare, in modo che questa mostra potesse finalmente avere luogo solo 5 anni dopo l’inizio del XX secolo, in un museo situato a Yale.

E’ anche diventato noto da fonti attendibili che strutture chiamate piedi potevano essere collocate nell’insieme perché sono state trovate nello stesso luogo dove è stato trovato Apatosaurus.

.

Oltre a questi dati, dobbiamo sottolineare che era stato raggiunto per trovare una coda di un altro esemplare che era molto simile a quella che sarebbe stata la coda del dinosauro protagonista di oggi, allo stesso modo in cui è accaduto con il cranio.

Sapevate che….La cosa interessante di tutto ciò è che questa forma di ricostruzione completa degli esemplari non è andata perduta, fino ai nostri giorni possiamo vedere come una serie di individui vengono ricostruiti grazie ai resti di altri esemplari che sono stati trovati vicino al luogo o che si sono rivelati direttamente collegati.

Ricordiamo anche che questo montaggio, molto promosso dai mass media dell’epoca, fu presentato con il nome ufficiale di Brontosaurus , in modo che il grande pubblico potesse ricordare questo esemplare con quel nome.

Tuttavia, dopo aver apportato i cambiamenti in queste denominazioni, diversi scienziati si sono presi cura di facendo pubblicazioni usando il nome ufficiale di Apatosaurus, in modo che la gente potesse riconoscere questa struttura sotto quella denominazione e non quella precedentemente promossa.

Un chiaro esempio di questo è il ricercatore Elmer Riggs, che si è occupato di svolgere un lavoro serio durante la revisione di questo esemplare, lo ha sempre trattato con il nome di Apatosaurus , e si è anche occupato di creare una nuova specie che sarebbe stata chiamata Apatosaurus excelsus .

Tuttavia, la discussione sulla somiglianza dei due esemplari è rimasta fino ad oggi, per esempio un grande paleontologo di nome Robert Bakker, è giunto a sostenere che le diverse denominazioni sono perché in realtà si tratta di individui diversi.

Nonostante la logica di questo pensiero, la comunità scientifica non ha deciso di sostenerlo in questo senso, per la mancanza di prove attendibili, ostacolo molto presente nel campo della paleontologia.

Per finire vi lasciamo questo video dove potete trovare una descrizione molto più ampia di come è stato e come ha vissuto questo dinosauro.