Skip to content
Dinosauri .ORG

Deinocheirus

  • Nome: Torosauro
  • Dieta: Spazzini
  • Peso: 6 tonellate
  • Periodo:Cretaceo
  • Trovato in: Mongolia

Il Deinocheirus era un genere dei dinosauri più rari che siano mai esistiti, è classificato nel gruppo dei dinosauri saurischiani terópodos deinoqueíridos.

Ha abitato il nostro pianeta durante il Cretaceo, circa 70 milioni di anni fa e si è stabilito che avrebbe avuto un aspetto davvero particolare.

Aveva una gobba, il becco d’anatra e, soprattutto, dei grandi, terrificanti e affilati artigli che lo aiutavano a scavare la terra. Inoltre, aveva un grande appetito per la carne, ma non era un predatore attivo come si potrebbe pensare, ma uno scavenger.

Il Deinocheirus è considerato il dinosauro cretaceo che aveva gli artigli più grandi, per darvi un’idea, i suoi artigli avrebbero misurato non meno di circa 3 metri.

Siete interessati a maggiori informazioni sul Deinocheirus ? Resta e continua a leggere per scoprire tutto su questo dinosauro spazzino cretaceo!

Tassonomia del Deinocheirus

ReinoFiloClaseSuperordineSottoordineInfraordenFamiliaGenderAnimaliaChordataSauropsidaDinosauriaSaurischiaTheropodaOrnithomimosauriaDeinocheiridaeDeinocheirus

  • Questo è un esemplare appartenente al regno di Animalia.
  • Il bordo in cui lo troviamo è Chordata.
  • La classe a cui apparteneva è Sauropsida.
  • Ovviamente appartiene al superoden Dinosaur.
  • L’ordine in cui è stato classificato è Saurischia.
  • Il sottordine dove lo troviamo è Theropoda.
  • L’infraordine in cui è stato classificato è Ornithomimosauria.
  • Questo esemplare apparteneva alla famiglia chiamata Deinocheiridae.
  • Il genere a cui ci riferiamo è Deinocheirus.

Questo genere è rappresentato da una sola specie, D. mirificus , questo è il tipo di specie sulla base della quale sono state fatte tutte le descrizioni scientifiche di cui attualmente possiamo avere una descrizione scientifica.

E’ importante ricordare a questo punto che il fatto che una singola specie attualmente nota non significa che non ce ne sono più. Questa classificazione potrebbe cambiare se si trovano nuovi resti fossili dello stesso genere, ma con differenze sufficienti a rappresentare una specie diversa.

Per questo motivo, da questa piattaforma faremo tutto il possibile per mantenere queste informazioni aggiornate in caso di qualsiasi cambiamento che possa verificarsi nella tassonomia di questo dinosauro.

Storia della scoperta

Il significato del nome Deinocheirus è “terribile mano”, che deriva dalle parole “δεινός” (deinos) che viene inteso come “impressionante o terribile” e la parola greca “χέρι” (cheír) che significa mano.

Questo è il nome con cui è denominato da quando i primi ritrovamenti di questo dinosauro furono due enormi artigli, sono derestos trovati nel 1965 .

La spedizione in cui sono stati trovati questi resti è stata organizzata dall’Accademia polacca delle scienze, e infine è stata effettuata in Mongolia, più precisamente nella formazione di Nemegt.

Questa scoperta è stata descritta nel 1970 da Ewa Roniewicz e Halszka Osmólska , che hanno deciso di chiamarlo Deinocheirus mirificus e lo hanno classificato come theropode, appartenente alla famiglia degli Ornithomimosaurios.

.

I resti ritrovati nel 1965 corrispondono ad una scapola, un paio di artigli giganti e le estremità anteriori.

Successivamente non ci sarebbero stati più ritrovamenti di questo dinosauro per più di 50 anni , tanto che in un lungo periodo di tempo è stato un dinosauro totalmente raro e sconosciuto alla comunità scientifica, tuttavia da questi resti fossili, vari paleontologi hanno tratto alcune conclusioni.

Ad esempio, a causa delle caratteristiche dei suoi artigli alcuni hanno dedotto che si trattava di un ornitomid , perché erano lunghi e sottili come nella maggior parte dei dinosauri di questa famiglia.

Tuttavia Deinocheirus ha avuto una particolarità importante, aveva i bracci più lunghi di ornitomidi trovati finora.

https://dinosauri.org/wp-content/uploads/2019/01/descubrimiento-deinocheirus.jpg

Nel 2006 sono stati trovati altri resti di quello che sarebbe stato un esemplare adulto di questo dinosauro. Questa scoperta è stata fatta nella formazione di Nemegt, lo stesso luogo dove è stato trovato il primo fossile di questo dinosauro.

Il ritrovamento comprendeva tutte le ossa della metà inferiore del corpo , che a suo tempo contribuì a rivelare maggiori informazioni su questo dinosauro, ma c’erano ancora dubbi sulla forma e molte altre caratteristiche.

Più tardi ci sarebbe stato un altro ritrovamento fatto nel 2009, in questa spedizione sono state trovate molte parti che hanno contribuito a rivelare ulteriori informazioni su questo dinosauro.

Hanno trovato le vertebre del collo, un braccio con artiglio e tutte le ossa della parte inferiore (gambe, anca e coda). Fondamentalmente mancavano solo le costole, il cranio e l’artiglio destro.

Va notato che le parti mancanti del ritrovamento del 2009 sono state trovate per la prima volta da cacciatori di fossili , che in seguito le hanno vendute sul mercato nero, tuttavia, questi resti sono stati recuperati per completare l’esemplare trovato nel 2009.

Con uno scheletro completo di questo dinosauro è stato più facile per i ricercatori trarre conclusioni sulle caratteristiche di questo dinosauro, il suo stile di vita e la sua dieta. Tutti questi dati che vedremo in questo articolo.

La vita del Deinocheirus sul pianeta terra

Questo dinosauro ha abitato il nostro pianeta 70 milioni di anni fa, il che ci pone alla fine del Cretaceo.

I ritrovamenti dei suoi resti fossili sono stati fatti in Asia, in Mongolia, essendo questo il vasto territorio dove gli scienziati ritengono che la sua esistenza si sia sviluppata.

Su come fosse il loro habitat, i loro resti sono stati trovati nella formazione di Nemegt, cosicché si ritiene che vivano in letti di fiumi, laghi e paludi.

Questo è considerato il caso in quanto questa distesa di terra del Cretaceo era caratterizzata dal fatto di essere costituita da diversi corpi d’acqua, secondo le prove trovate nelle rocce e nel terreno di questa formazione.

I resti di lische di pesce sono stati trovati nei resti fossili delle cavità dello stomaco del dinosauro presenti in questo articolo, quindi per quanto riguarda la sua dieta molti ricercatori concordano sul fatto che questo era onnivoro.

Si nutriva quindi di pesci nei fiumi, piccoli vertebrati, frutti e piante, e si ritiene che usasse le sue grandi chele per scavare o rimuovere l’acqua per trovare cibo.

Tuttavia, gli esperti sottolineano anche che era uno spazzino e poteva nutrirsi dei resti di animali lasciati dagli altri carnivori dell’epoca.

Nonostante le sue grandi dimensioni e altre caratteristiche, non era un temuto predatore e come vedrete aveva una bocca a forma di becco d’anatra e senza denti, quindi, non era possibile attaccare usando come arma principale la mascella.

Caratteristiche del Deinocherus

Questo, privo di denti, si ritiene che i fiumi andassero a caccia di pesci , oltre che aiutato dai suoi artigli ha rimosso i fondi di questi in cerca di alghe. Questi artigli sono stati utilizzati anche come elemento di difesa contro altri predatori.

D’altra parte alcuni ricercatori non escludono che un buon arrampicatore, come i bradipi, aiutato con le loro chele possa essere riuscito a salire ad una certa altezza e a raggiungere frutti e piante.

Tuttavia, questa teoria non è stata molto accettata perché si è scoperto che gli artigli disponibili non potevano essere chiusi, il che rendeva difficile in qualche modo arrampicarsi o arrampicarsi sugli alberi.

I suoi occhi erano piccoli, quindi si ritiene che fosse molto attivo durante il giorno, essendo un animallento perché dotato di gambe qualcosa di robusto e spesso, molto simile a quello degli altri ornitomimosaurios, che erano molto utili per sostenere il suo corpo, ma hanno sottratto la velocità.

Le sue grandi dimensioni probabilmente hanno spaventato un gran numero di predatori , ma era comunque una facile preda per un paio di predatori conosciuti in quella zona.

Uno dei loro predatori naturali era il tarbosaurus, infatti nel primo esemplare trovato hanno trovato segni di morsi di Tarbosaurus, che era il più grande e più forte predatore della regione.

Caratteristiche generali

Questi dinosauri erano grandi, potevano raggiungere una lunghezza di 11 metri, un’altezza di 4 metri e un peso di 6 tonnellate. Era un dinosauro con una testa piccola, collo lungo e grandi artigli.

Il suo cranio era relativamente più piccolo rispetto al suo corpo , l’unico cranio conosciuto che misura 23 centimetri di larghezza e 1 metro di lunghezza.

Si tratta di un cranio molto caratteristico dell’ornitomosauro, anche se aveva anche un becco d’anatra arrotondato, che era fatto di cheratina.

I suoi occhi erano piccoli e le narici si trovavano davanti al becco, passando tra i suoi occhi.

Aveva un piccolo cervello , molto simile a quello degli uccelli di oggi e dei teropodi del suo tempo, i ricercatori sottolineano che aveva un quoziente di encefalizzazione (EQ) di soli 0,69 (il quoziente umano è 7,5).

Descrizione del Deinocheirus

Per quanto riguarda il muso, come abbiamo già accennato, aveva la forma di becco d’anatra, non aveva denti e la mandibola aveva una cavità in cui una lingua enorme sembrava adattarsi. In breve, il suo muso era insolitamente lungo e largo.

Con una leggera inclinazione verso il basso e nella parte anteriore è diventato un po ‘più ampio simulando esattamente il becco di un’anatra, questa forma di becco era anche molto caratteristica del Hadrosaurios.

Le sue mascelle erano piccole e gli mancava la forza del morso, come abbiamo notato prima, non poteva usarlo per la caccia.

Aveva gli artigli più grandi del Cretaceo , misurando da 2,5 metri a 3,0 metri. Aveva tre dita con grandi artigli molto affilati.

Questo dinosauro era bipede, appoggiato su due zampe corte e robuste, quanto basta per sostenere il suo grande peso.

Per quanto riguarda il suo tronco, si ritiene che fosse sottile e aveva una grande gobba , che serviva ad equilibrarsi, era formata da vertebre che diventavano più alte al centro del tronco; una struttura molto simile a quella di Spinosaurus.

.

La sua coda terminava in un pigostyle molto simile a quello degli uccelli di oggi, il che dimostra che il Deinocheirus aveva le piume all’estremità della coda.

Alcune curiosità sul Deinocheirus

  1. Tutto sembra indicare che questo dinosauro ha una grande somiglianza con il carattere “jar jar jar binks” , anche se non possiamo dire che questo personaggio è stato basato su questo dinosauro poiché “jar jar jar binks” è nato nel 1999 e la ricostruzione dell’aspetto di Deinocheirus è stato solo nel 2009.
  2. Alcuni ricercatori lo classificano come il dinosauro più raro che è stato scoperto finora, anche lo chiamano il dinosauro-avestruz , a causa della sua somiglianza con questo uccello.

Per concludere l’articolo vi lasciamo un video sul Deinocheirus dove potete vedere una raccolta di tutte le informazioni che abbiamo oggi….. Speriamo vi piaccia!