Skip to content
Dinosauri .ORG

Dinosauri terrestri

Dinosauri, il nome popolare di un gruppo di rettili terrestri estinti , che include il più grande animale dopo le balene note alla scienza. I dinosauri hanno vissuto nell’era mesozoica, iniziata circa 225 milioni di anni fa e terminata circa 65 milioni di anni fa.

I Dinosauri, rettili terrestri che sono stati i re del pianeta Terra per un lungo periodo di tempo. In particolare, si potrebbe stimare che almeno dall’era giurassica erano già al governo di altri rettili in via di estinzione a causa della mancanza di risorse per la sopravvivenza.

dinosaurios terrestres 

Ma la sopravvivenza dei Dinosauri terrestri non doveva essere proprio nel divorare altre prede. C’era una moltitudine di specie che avevano una dieta diversa.

Dinosauri terrestri differivano da altri rettili per la loro grande forza, peso, altezza e che sono stati in grado di mantenere il calore corporeo a differenza di altri rettili , che non era la loro condizione naturale. Questo ci fa capire che i Dinosauri non erano a sangue freddo; un fatto importante da evidenziare nell’evoluzione di questi incredibili rettili.

Le battaglie per la sopravvivenza tra i dinosauri erano estreme e costanti; alcune per la caccia al cibo, altre per sfuggire ai pericoli dei predatori. Tuttavia, qualunque sia l’obiettivo di ogni Dinosauro, siamo stati deliziati nel corso della storia dalla sua grande capacità di adattarsi all’ambiente circostante.

Origine

All’inizio la vita sulla terra si è sviluppata nel mare , la terra era disabitata, c’erano solo insetti e alberi. Al contrario, nel mare dove c’era grande concorrenza e c’erano innumerevoli specie. A causa di questi animali sono stati costretti ad andare a terra in cerca di cibo e di un luogo meno pericoloso.

Nella terra tutto era abbondanza, motivo per cui queste prime specie si stavano evolvendo fino all’uscita delle zampe, polmoni specializzati….tra le altre caratteristiche. Nascono così i primi anfibi e rettili che segnarono l’inizio della vita sulla terra e più tardi i dinosauri.

Molti scienziati sottolineano che i dinosauri sono apparsi circa 180 milioni di anni fa e si sono estinti circa 60 milioni di anni fa. Poiché i dinosauri erano rettili , è facile supporre che provengano da rettili che vivevano prima di loro. Rettili che erano per lo più coperti di scaglie e che potevano vivere sulla terra.

I primi rettili apparvero molto prima dei dinosauri . Si trattava di anfibi (in grado di vivere sia in acqua che sulla terraferma). Le loro uova sono state deposte e nidificate nel terreno. I neonati rettili avevano già gambe e polmoni, il che permetteva loro di respirare aria; probabilmente si nutrivano di insetti.

Gradualmente, questo rettile è diventato più grande e più forte . Alcuni sembravano lucertole grandi e altri come tartarughe. Avevano code corte, gambe spesse e di solito avevano la testa grande. Successivamente questi rettili si sono evoluti a causa della concorrenza e delle condizioni ambientali, aprendo così la strada alla diversità biologica.

Alcuni avevano bisogno di crescere di più per nutrirsi degli alti frutti degli alberi, altri invece dovevano essere più veloci, altri avevano più forza, altri erano più agili, altri più intelligenti….. l’evoluzione forniva a ciascun rettile ciò di cui aveva bisogno in quel momento, il che ha causato la grande diversità dei dinosauri terrestri del Giurassico.

I primi dinosauri erano come i loro antenati rettili, sembravano lucertole e potevano camminare in piedi. I primi dinosauri erano piccoli, potevano misurare come un cane e potevano muoversi sulle zampe posteriori. Alcune specie sono diventate piccole, mentre altre più grandi .

Un tempo, molti di questi dinosauri raggiungevano altezze fino a 2,5 metri di lunghezza, erano alti 1,8 metri e pesavano quanto un elefante. Avevano teste piccole e denti corti, alcuni con denti affilati per mangiare carne e altri con denti speciali per schiacciare le verdure.

Alcuni dinosauri erbivori crebbero così grandi che misurano dai 20 ai 24 metri di lunghezza, 3 metri di altezza e pesano 34 tonnellate. Come brontosauri .

Allo stesso tempo, altri dinosauri si muovevano furtivamente sul terreno, uno di loro era l’ Allosaurus , questa media di circa 10 metri di lunghezza e 3,5 metri di altezza, inoltre, era dotata di denti e artigli molto affilati, gli allosaurus generalmente alimentati con brontosauri e altri erbivori.

Così è stato segnato l’inizio dei dinosauri, con il tempo si stavano evolvendo e perfezionandosi. Per scomparire finalmente dalla terra, lasciandoci in eredità solo le loro ossa fossilizzate piene di storia.

Dinosauri terrestri e loro caratteristiche

I dinosauri erano caratterizzati da un’immensa varietà di forme . Alcuni erano mangiatori di piante, altri predatori; alcuni erano quadrupedi, altri bipedi e altri ancora potevano muoversi sia su due che su quattro zampe. Molti avevano armature, corna, piastre ossee, scudi, scudi, grande intelligenza tra le altre cose. Anche se molti dinosauri sono famosi per le loro grandi dimensioni, la verità è che c’erano molti che potevano misurare solo 1 metro di altezza.

Entrando di più nella materia, i dinosauri come tutti gli arcosauri erano dotati di diosidi nel cranio, come in altri rettili. Le diodi sono cavità temporanee dietro le orbite oculari; la loro funzione è quella di alleggerire il cranio e fornire una migliore mobilità, oltre a fornire spazio per lo sviluppo di potenti muscoli mascellari.

heads

Una delle caratteristiche più caratteristiche dei dinosauri. A differenza di altri arcosauri e rettili, i dinosauri si muovevano in modo bipede, o almeno la maggior parte di loro lo faceva.

D’altra parte, una delle caratteristiche più sorprendenti è che alcuni dinosauri avevano due cervelli , come Diplodocus e Stegosaurus , una caratteristica che nessun altro animale aveva al momento. Si ritiene che questo secondo cervello, solitamente situato nella pelvi, avesse la funzione di coordinare il movimento degli arti posteriori.

Questa varietà di forme è quasi esclusivamente limitata agli habitat terrestri. E solo poche specie mostrano alcuni adattamenti alla vita in acqua dolce. Infatti solo i rettili che abitavano la terra a quel tempo sono considerati dinosauri, e i cosiddetti dinosauri acquatici e aerei non sono considerati dinosauri. Anche conoscendo questo chiarimento, non è sbagliato mettere in relazione i dinosauri terrestri, acquatici e aerei. Perché hanno gestito alcune somiglianze e persino le origini.

Ad oggi sono note in totale circa 1850 specie di dinosauri scientificamente descritte e certificate . Anche se altri studi indicano che c’è un numero totale di 3400. Tuttavia, di queste presunte scoperte non sono state tutte registrate.

Riproduzione

Per quanto riguarda la loro riproduzione in questa età sessuale, sono stati necessari due individui maturi per realizzarla e in generale, per quanto riguarda l’accoppiamento, non ci sono troppi dati.

anche se si può dedurre che in molte occasioni alcuni dinosauri combattuto con altri maschi alla morte per la femmina, altri per parte loro solo dovuto dimostrare la loro grande dimensione e bellezza. Come un pavone.

D’altra parte la femmina anche verso la sua parte rilasciando feromoni che indicavano al maschio che era in calore, aggiunti a diversi segni fisici, come cambiamenti di colore e comportamento.

land dinosaur production

I dinosauri, erano animali ovipari , le loro uova erano caratterizzate da un guscio forte, molto diverso da quello che vediamo oggi nelle uova degli uccelli o dei moderni rettili. In generale, i loro nidi erano fatti con una miscela di terra, acqua ed escrementi. Che ha contribuito a trattenere il calore e facilitare l’incubazione delle uova.

Più in dettaglio sulle uova, le prime uova fossilizzate sono state trovate in Francia nel 1859 e sono state attribuite all’oviraptor.

La forma e le dimensioni delle uova variavano a seconda del tipo di dinosauro, ma in generale erano di forma ovale, in termini di dimensioni il più grande trovato ha una lunghezza di 45 centimetri e si ritiene che appartenga al therizinosaurus.

Per quanto riguarda i nidi, il primo ad essere scoperto fu nel 1923 , nel deserto del Gobi. Questi sono stati caratterizzati da pozzi profondi, con un’elevazione arrotondata, nel mezzo aveva una fessura, dove deporre le uova. Si ritiene che la femmina abbia accovacciato e deposto le uova a semicerchio.

D’altra parte, anche se non è provato ed è solo un’ipotesi, si ritiene che alcuni piccoli dinosauri con bambiraptor avevano uno stile di vita in cui potevano vivere negli alberi , così tanti paleontologi sottolineano che è probabile che questo piccolo dinosauro nidificato negli alberi. Così segnando l’inizio dell’evoluzione di alcuni dinosauri per gli uccelli.

Stile di vita

tutto ciò che sappiamo sullo stile di vita di questi animali terrestri estinti si basa principalmente su quelli che possono essere analizzati nei loro resti scheletrici , impronte fossili, habitat, similitudine con gli animali moderni e in generale questo comportamento è simulato in animazioni computazionali, tuttavia, molte ipotesi sul comportamento di questi rettili di un tempo sono speculazioni, ma non è per questo che cessano di essere validi al cento per cento.

Ad esempio, si sa che una grande varietà di dinosauri viveva in branchi , dalla scoperta di un gran numero di resti fossili di specie dello stesso genere in un unico luogo, d’altra parte è stato possibile dimostrare che dinosauri come lo Psittacosaurus si sono presi cura della loro prole fino ad un certo tempo, poiché resti fossili di 34 prole sono stati trovati con un esemplare adulto.

lifestyle of land dinosaurs

D’altra parte, migliaia di nidi con uova fossilizzate sono stati trovati in Patagonia , uova che sono state assegnate a pseudopodi, indicando che alcuni dinosauri avevano grandi colonie di nidificazione, come fanno oggi alcuni pinguini e tartarughe marine.

Anche troviamo dinosauri con creste e scudi , che sono stati utilizzati come difese, inoltre, sono stati utilizzati anche per l’esposizione nell’atto sessuale e per richiamare l’attenzione della femmina. Alcuni dinosauri hanno avuto anche un comportamento molto territoriale, come dimostrano i vari morsi sul cranio e i danni ai suoi resti scheletrici.

Anche la comunicazione dei dinosauri tra loro rimane un mistero , ma è un’area di ricerca attiva. Ad esempio, studi recenti hanno dimostrato che la cresta del Lambeosaurus avrebbe potuto servire come amplificatore del suono per chiamare i membri della sua mandria.

Come si chiamano

Per nominare i dinosauri non esiste un ordine rigoroso, la verità chi trova il fossile di un particolare dinosauro per la prima volta ha l’onore di nominarlo a proprio piacimento, infatti molti dinosauri terrestri si basano sul nome dei loro scopritori o sul loro difetto della prima persona a descrivere quel ritrovamento.

La maggior parte delle denominazioni dei dinosauri derivano da o evidenziano la caratteristica più evidente di quel dinosauro o altrimenti derivano da qualche parola greca.

Tipi di dinosauri terrestri

Ma per poter sapere esattamente quali tipi di dinosauri terrestri abitavano il pianeta Terra, sarebbe molto interessante conoscere nel dettaglio il loro modo di nutrirsi per poterci orientare da quello che era allora. Quindi, senza ulteriori indugi, guardiamo ai diversi tipi di dinosauri che esistevano:

Dinosauri di terra carnivori

Erano i Dinosauri più conosciuti di tutti dal famoso Tyranosaurus Rex. In generale, erano molto intelligenti, avevano grandi strategie di caccia e sia il corpo che le mascelle erano estremamente forti .

Gli esemplari più grandi erano praticamente ineguagliabili, anche se gli esemplari più piccoli dovevano assicurarsi di non essere attaccati da altri grandi dinosauri. Ecco l’elenco completo:

  • Allosauro
  • Ceratosauro
  • Compsognathus
  • Criolofosauro
  • Dilofosauro
  • Megalosauro
  • Metriacantosauro
  • Monolofosauro
  • Ornitolestes
  • Sarcosauro
  • Saurophaganax
  • Acrocanthosaurus
  • Albertosaurus
  • Austroraptor
  • Avimus
  • Barionice
  • Carnotauro
  • Daspletosaurus
  • Deinonimo
  • Dromaeosaurus
  • Giganotosauro
  • Gorgosauro
  • Majungasaurus
  • Pteranodon
  • Quetzalcoatlus
  • Tarbosaurus
  • Tirannosauro
  • Utahraptor
  • Velociraptor
  • Cinognazio
  • Dilofosauro
  • Eoraptor
  • Herrerasaurus

Dinosauri terrestri erbivori

Questo tipo di dinosauri erano molto comuni. Si nutrivano di piante e alberi. Ci sono stati esemplari molto diversi, da piccolissimi a veri e propri giganti.

Molti degli erbivori, avevano una pelle estremamente dura per rendere la caccia difficile per i predatori, e altri avevano armi come le corna che sporgevano dalla bocca o la testa per attaccare se necessario. Vi lasciamo con questa lista:

  • Anchisaurus
  • Apatosaurus
  • Barosauro
  • Brachiosaurus
  • Camarasaurus
  • Camptosaurus
  • Diplodocus
  • Giraffatitan
  • Kentrosaurus
  • Mamenchisaurus
  • Stegosauro
  • Supersaurus
  • Alamosauro
  • Amargasaurus
  • Anatotitan
  • Anchiceratops
  • Anchilosauro
  • Aragosauro
  • Argentinosaurus
  • Bruhathkayosaurus
  • Centrosaurus
  • Chasmosaurus
  • Corythosaurus
  • Euoplocefalo
  • Hypsilophodon
  • Iguanodon
  • Lambeosaurus
  • Maiasaura
  • Micropachicefalosauro
  • Ouranosaurus
  • Pachicefalosauro
  • Pachirhinosaurus
  • Parasaurolophus
  • Pentaceratops
  • Protocheratops
  • Psittacosaurus
  • Saltasauro
  • Stygimoloch
  • Stiracosauro
  • Titanosauro
  • Torosauro
  • Triceratops

Dinosauri terrestri onnivori

Questa specie di dinosauro è la meno conosciuta di tutte. Si nutrivano di piccoli rettili, uova e piante , con una diversità di cibo di cui hanno beneficiato per sopravvivere.

Non erano esemplari molto grandi e hanno dovuto nascondersi la maggior parte del tempo per non essere attaccati da dinosauri erbivori o divorati da dinosauri carnivori. Alcuni di loro lo erano.