Skip to content
Dinosauri .ORG

Megalosauro

Nome: MegalosaurusDiet: CarnivorousWeight: 2.4 tonsPeriod: Jurassic MediumFound in: Inghilterra

Il Megalosaurus era il genere di dinosauro più feroce che si possa immaginare. Questi grandi e feroci dinosauri hanno abitato il nostro pianeta durante il periodo giurassico (circa 166 milioni di anni fa). Questo genere è classificato nel gruppo dei dinosauri saurischian theropod megalosaurid .

Questo genere avrebbe avuto un aspetto feroce come potete immaginare. Aveva grandi artigli affilati e denti ugualmente affilati con cui potevano facilmente strappare a parte la preda molto più grande di loro stessi.

Pur avendo tutte le schede elettorali per diventare un grande candidato per essere un feroce predatore, si sospetta che potrebbe essere stato semplicemente un dinosauro spazzino.

Vuoi saperne di più su questo argomento? Qui sotto troverete le informazioni più complete su Megalosaurus che potete immaginare….. Continuate a leggere e scoprire tutto sul dinosauro carnivoro del Giurassico!

Informazioni di base sulegalosauro

Il Megalosaurus era senza dubbio un grande dinosauro come indica il suo nome e in aggiunta ad esso un predatore. Vediamo quali sono le caratteristiche di Megalosaurus .

Quanto manca? – La lunghezza di questo dinosauro è di circa 9 metri.
Qual è la tua altezza? -Il Megalosaurus misurato tra 3 e 4 metri.
.
Qual è il tuo peso? – Il peso approssimativo di questo dinosauro predatore è di 2 tonnellate.
Quando hai vissuto? Ha abitato la Terra circa 166 milioni di anni fa.
.
Qual è la tua famiglia? – Appartiene alla famiglia Megalosauridae.

La tassonomia del Megalosauro

Reino Animalia; Filo Chordata; SuperordenDinosauria; Orden Saurisquia Suborder Terópodos FamiliaMegalosauridae Subfamilia Megalosaurinae Género Megalosaurus

Specie di megalosauri

Finora c’è solo una specie all’interno del genere Megalosaurus. L’unica specie scoperta è M. bucklandil.

https://dinosauri.org/wp-content/uploads/2019/01/dibujo-megalosaurus.jpg

La famiglia:megalosauridos

I Megalosauridae sono una famiglia di dinosauri composta da dinosauri teropodi carnivori. Si tratta di una famiglia che proviene dall’Ordine Saurisquia Order Saurisquia. Le famiglie che più somigliano a questi dinosauri sarebbero Allosauridae e Spinosauridae.

.

I Megalosauridae sono una famiglia che comprende diversi gruppi di dinosauri, tra cui i Torvosaurus, Eustreptospondylus, Streptospondylus e di cui stiamo parlando in questa voce: il Megalosaurus.

Per la prima volta, nel 1824, viene descritto formalmente un dinosauro e grazie a questo viene creato il clado di dinosauri. Questa è la descrizione di Megalosaurus.

Tuttavia, sebbene il Megalosaurus, sia stato descritto nel 1824, fu solo nel 1869 che Thomas Huxley definì per la prima volta la famiglia dei Megalosauridae.

.

Lo sapevi? – Il ruolo di questa famiglia nella storia è stato quello di un “cestino di carta” per quei dinosauri che sono stati parzialmente descritti o non identificati. Quando la paleontologia era appena iniziata, fino a 48 specie sono state raggruppate all’interno di questa famiglia. A poco a poco le specie sono state classificate correttamente.

Caratteristiche della famiglia

Questa famiglia si distingue dagli altri per qualcosa di abbastanza chiaro: due sinapomorfi (caratteristiche uniche di un gruppo). Il primo è un deltopettorale: la diafasi omerale contiene una cresta di omero che termina a metà strada. La seconda è la perone, che manca di un tubercolo anterolaterale.

Una caratteristica importante di questa famiglia di dinosauri è che ha un cranio sempre più lungo e corto. Il rapporto di lunghezza e altezza è di 3 a 1.

Le grandi dimensioni del corpo di questo dinosauro theropode non gli impediscono di essere un animale bipede. Sono venuti a pesare circa una tonnellata , e anche di più. Secondo i campioni ottenuti nel primo giurassico e quelli ottenuti alla fine del medio giurassico, si è dedotto che il Megalosaurus è aumentato di dimensioni man mano che si sono evoluti.

L’aumento di dimensione nel tempo assomiglia al modello seguito da altri giganti dei teropodi come Spinosauridae.

.

I denti di Megalosauridae hanno delle differenze con quelli degli altri teropodi. Per esempio, la vostra protesi dentaria ha molteplici rughe nello smalto vicino alla zona dello scafo e con uno spigolo vivo.

Luogo e periodo

Nel medio giurassico, è uno dei più grandi dinosauri carnivori conosciuti e ha uno dei femori meglio conservati.

I megalosauridi sono classificati come gruppo di dinosauri europei , anche se è stato trovato in Niger. È stata considerata la possibilità che questa famiglia di dinosauri sia comparsa poco prima della suddivisione di Pangea (nelle aree del Gondwana e Laurasia). C’è quindi la possibilità che questa famiglia di dinosauri abbia dominato entrambe le metà del periodo giurassico.

Descrizione del Megalosaurus

Avendo già chiarito un po’ la famiglia, è tempo di vedere le caratteristiche del Megalosaurus .

Descrizione Megalosaurus

A differenza della maggior parte della loro famiglia, il primo Megalosaurusè stato rappresentato come animale quadrupede . Questo significa che hanno usato le quattro zampe per camminare correttamente (ma ora sappiamo che erano tipicamente bipedi).

Le prime descrizioni secondo Buckland

All’inizio non si sapeva molto di questo dinsoaurus, in quanto non era stato trovato un numero sufficiente di resti per farlo. Anche così, Buckland avrebbe fatto una descrizione di questo dinosauro a partire da una ricostruzione.

Anche se la maggior parte della famiglia di questo dinosauro è bipede, Buckalnd ha ricostruito il Megalosaurus come animali quadrupedi , cioè, hanno usato le quattro gambe per muoversi.

 height=

Buckland pensava anche che fosse un animale anfibio, che sarebbe diventato un animale capace sia di nuotare nell’acqua che di camminare per il continente.

La lunghezza stimata di questo dinosauro era lunga quaranta piedi e il suo peso sarebbe stato di circa 1000 chilogrammi.

Descrizione attuale del Megalosaurus

Questo grande dinosauro era considerato il più tipico dell’epoca. A causa di questo è accaduto il già citato, per classificare tutti i dinosauri all’interno di questo genere.

Lo scheletro di questo genere non è completamente ricostruito. Finora su questo dinosauro non è stato trovato alcuno scheletro completo.

La dimensione di questo dinosauro deriva dalla stima di Owen del 1841 di una lunghezza di circa 30 piedi (9 metri). Non è possibile dare una figura totalmente precisa perché non è stata ancora trovata una serie vertebrale dorsale articolata, rendendo difficile la stima.

Il peso di questo dinosauro è stato stimato da Gregory S. Paul nel 1988, lasciandolo a 1100 chilogrammi. Questa approssimazione del suo peso è stata fatta sulla base di un osso della coscia che misurava settantasei centimetri di lunghezza. Le stime successive approssimano la tonnellata come metodo di estrapolazione di JF Anderson che stima il peso a 943 chili.

Il cranio di Megalosaurus non è completamente noto. I pochi resti cranici trovati sono per lo più piuttosto grandi rispetto al resto del corpo, il che potrebbe indicare che questo dinosauro aveva una testa straordinariamente grande.

La mascella inferiore di questo dinosauro è abbastanza robusta. Visto dall’alto, è completamente dritto, suggerendo che le sue mascelle erano strette.

Caracteristicas Megalosaurus

Non è possibile dedurre la forma del profilo del muso, se fosse curvo o rettangolare per il fatto che non è stata ancora trovata una praemaxilia. Tuttavia, il ramo frontale della mascella è relativamente corto, suggerendo che il muso è piuttosto paffuto.

La spina dorsale aveva probabilmente dieci vertebre nel collo, cinque vertebre sacrali, tredici vertebre dorsali e tra le cinquanta e le sessanta vertebre nella coda.

La scapola o scapola è larga e corta , la sua lunghezza è circa 6,8 volte la larghezza minima approssimativa.

L’omero che ha è molto robusto con le sue estremità superiori e inferiori molto espanse. Uno dei resti (campione OUMNH J.13575) ha misurato circa 388 mm.

Il cubito è estremamente robusto , molto più corpulento di qualsiasi altro dinosauro conosciuto. Secondo l’esemplare BMNH 36585 (l’unico scoperto), la lunghezza è di 232 mm e una circonferenza minima dell’asse di 142 mm. Se lo si guarda di fronte, è dritto e con un grande olecrano.

L’osso iliaco pelvico è lungo e basso , con un profilo superiore convesso. La lama

Quando e dove viveva questo dinosauro?

Quando ha vissuto questo dinosauro? – Molti anni fa, milioni di anni fa, i dinosauri vivevano sulla Terra. L’Era che abitava i dinosauri si chiama Era Mesozoica.

Megalosaurus natural habitat

All’interno dell’era mesozoica, iniziata 251 milioni di anni fa e durata 186 milioni di anni, troviamo 3 suddivisioni in periodi: Triassico. Giurassico e cretaceo (dal più antico al più recente). Il periodo giurassico è iniziato 200 milioni di anni fa ed è durato 56 milioni di anni.

Nel periodo giurassico ci sono tre epoche: precoce o inferiore, media e superiore o tardiva (dalla più antica alla più recente).

Il Megalosaurus abitato 166 milioni di anni fa, nel Medio Giurassico Mesozoico. Possiamo concretizzare questo molto aggiungendo alla fine che era in età babilonese.

Dove viveva il Megalosaurus? – Questo dinosauro carnivoro avrebbe vissuto nella zona che oggi conosciamo come Europa.

Nel 2010, Benson conclude che con le sue dimensioni e la sua distribuzione, il Megalosaurus sarebbe stato il più grande predatore della sua area.

Cosa mangia il Megalosauro?

Cosa mangia il Megalosaurus? – Come notato sopra, il Megalosaurus era un predatore di dinosauri . Il suo obiettivo era quello di catturare un altro dinosauro indifeso per mangiare quello che era un carnivoro.

Il Megalosaurus era un dinosauro carnivoro molto appetitoso. Vivendo nel periodo giurassico, probabilmente il suo menu del giorno era Stegosaurus e Saurópodos. È anche possibile che abbia cacciato dinosauri Iguanodon, anche se ci sono alcuni dubbi su questo (il Iguanodon appartiene piuttosto al Cretaceo inferiore).

I Megalosaurus erano molto grandi e anche carnivori, per cui si è dedotto che avrebbe potuto cacciare altri dinosauri senza problemi. Eppure, c’è una teoria che potrebbe essere stato un dinosauro spazzino, nutrendosi dei resti di animali morti o nutrendosi di prede che altri dinosauri non hanno finito di mangiare.

Chi ha scoperto la grande lucertola?

Chi ha scoperto il Megalosaurus? – La storia della scoperta di questo dinosauro è davvero interessante. All’inizio non si sapeva cosa fosse veramente e ovviamente fino a quando non si sono trovati altri resti c’era molta confusione.

Il Megalosauro era chiamato “humanum escroto”

.

La storia della scoperta di questo dinosauro risale al 1676, nella città di Oxfordshite. Il suo primo residuo è stato recuperato da una formazione calcarea nella cava di Stonesfield. Sir Thomas Pennyson, trovando questo strano frammento, lo diede a Robert Plot, professore di chimica all’Università di Oxford.

Robert Plot ha pubblicato questo ritrovamento con un’illustrazione e una descrizione in Oxfordshire Natural History nel 1676. Questa è stata la prima volta che è stata pubblicata un’illustrazione di un osso di dinosauro.

Nel testo, Robert Plot ovviamente non lo classificava come dinosauro (all’epoca non si sapeva ancora di questi giganti estinti) ma come possibile osso della coscia di un elefante romano da guerra e anche più tardi si diceva che fosse l’osso di un gigante umano .

Il frammento sarebbe l’estremità inferiore di un osso della coscia (femore) di un Megalosaurus.

Curiosamente, nel 1763 Richard Brookes chiamò il frammento humanum escroto, per la sua somiglianza con i testicoli di un uomo.

Discovery of Megalosaurus

Purtroppo l’osso è già stato perso, ma l’illustrazione e la descrizione sono abbastanza dettagliate per alcuni da poterlo identificare come quello di un Megalosaurus.

.

Ricerca di Buckland

Alla fine del XVIII secolo, il numero di fossili nelle collezioni britanniche cominciò ad aumentare molto rapidamente, e le scoperte continuarono fino al XIX secolo, quando il Megalosaurus.

cominciò finalmente ad essere descritto.

Nel 1815, il paleontologo John Kidd riferisce della scoperta di alcune ossa terapeutiche giganti alla cava di Stonesfield.

William Buckland, professore di geologia all’Università di Oxford, prende le ossa trovate. Dopo aver studiato questi fossili, Buckland non sapeva a quale animale appartenessero i fossili.

Dopo le guerre napoleoniche del 1818, l’anatomista Georges Cuvier si avvicinò al laboratorio di Buckland a Oxford e concluse che le ossa erano molto simili a quelle di una lucertola gigante.

Buckland e il suo amico William Conybeare hanno continuato a indagare sulle ossa. Nel 1821 si riferiscono ai resti con il soprannome di enorme lucertola.

Nel 1822, i due professori di Oxford scrissero un articolo che descriveva i resti. Alla fine hanno concluso che si trattava di una specie di lucertole giganti. Quelli trovati nella zona di Maastricht finirebbero per essere chiamati Mossasaurus e per la lucertola britannica il nome di Megalosaurus.

.

Fino al 1824 erano disponibili solo i seguenti campioni:

  • OUM J13505: un pezzo di mascella inferiore destra con un solo dente eruttato.
  • OUM J13577: una vertebra dorsale posteriore.
  • OUM J13579: una vertebra caudale anteriore.
  • OUM J13585: una costola cervicale.
  • OUM J13580: una costola del Megalosauro.
  • OUM J29881: l’osso iliaco del bacino.
  • OUM J13563: pezzo di osso pubico.
  • OUM J13565: la parte di un ischio.
  • OUM J13561: osso appartenente alla coscia.
  • OUM J13572: la parte inferiore di un secondo metartasiano.

Ovviamente, sapeva che non tutti questi campioni appartenevano allo stesso scheletro. Altrimenti erano i resti di diversi Megalosaurus.

All’epoca Buckland li classificava come lucertole, e all’epoca considerava questi animali come coccodrilli.

Curiosità sul Megalosauro

Il Megalosaurus è un dinosauro un po’ controverso e ci sono diverse curiosità che troverete più interessanti.

Megalosaurus

E’ stato il primo dinosauro ad essere descritto scientificamente

Come è stato detto prima, nel 1824 il resto di quello che ormai sembrava un rettile apparve nei pressi di Oxford. Il geologo britannico William Buckland decise di fare qualcosa che non era mai stato fatto prima, per descrivere scientificamente l’esemplare di dinosauro in un documento ufficiale.

Per un momento si chiamava Humanum scroto

Nel 1676 non si sapeva nulla dell’esistenza dei dinosauri. Nessuno sapeva cosa fosse e quindi fu teorizzato come un residuo di un elefante da guerra romano.

Un secolo dopo, un medico di nome Richard Brookes copiò lo schizzo e gli venne in mente che il campione assomigliava più a testicoli umani.

È apparso in un romanzo di Charles Dickens

Charles Dickens era un grande scrittore riconosciuto. In uno dei suoi romanzi, intitolato “Casa triste” (pubblicato nel 1852 e 1853).

Uno dei paragrafi di quel romanzo menzionava la frase ” sarebbe bello incontrare un Megalosauro, lungo una quarantina di metri, che oscilla come una lucertola elefante verso Holborn Hill“.

C’è incertezza sul suo cranio

Ci sono alcune parti del suo muso e delle mascelle di questo dinosauro, ma non rimane nessun cranio completo.

È l’origine della parola dinosauro

Nel 1842, c’erano tre razze di “dinosauri”. All’epoca non erano considerati dinosauri, ma rettili preistorici: Megalosaurus, Iguanodon e Hylaeosaurus.

Sir Richard Owen dopo averli visti decise di raggrupparli in un nuovo gruppo chiamato “Dinosaur”.

Il protagonista della serie Dinosaurs è un Megalosaurus

Nel 1991 è nata una nuova serie chiamata Dinosaurs. Era una commedia che ruotava intorno alla vita dei dinosauri. Earl Sinclair sarebbe il protagonista di questa serie di cartoni animati, un dinosauro megalosauro.

Hai trovato interessanti le informazioni su Megalosaurus che hai trovato qui? Pensi che manchi qualcosa che non è stato menzionato? Qualche dubbio, contributo o commento che devi fare puoi farlo nei commenti! Infine, vi lasciamo un video sul Megalosaurus che speriamo vi piaccia

Se volete ancora di più, non preoccupatevi, ecco il video del nostro canale Youtube da Dinosaurioss.com dove potete trovare molte più informazioni sul Megalosaurus , il suo modo di vivere, tempo, dimensioni e un lungo ecc….: