Skip to content
Dinosauri .ORG

Ouranosaurus

Nome: OuranosaurusDiet: HerbivorousWeight: 4 tonsPeriod: Lower CretaceousFound in: Africa

L’ Ouranosaurus era un genere di dinosauri che abitavano il nostro pianeta in quello che noi chiamiamo il periodo Cretaceo (circa 110 milioni di anni fa). È classificato nel gruppo dei dinosauri iguanodontiano hadrosáuridos .

Questo genere sarebbe stato relativamente di medie dimensioni. Era lungo circa 7 metri e pesava circa 4 tonnellate. Dal suo dorso e la coda si trovava una specie di spine che rappresentano che il Ouranosaurus avrebbe posseduto una gobba enorme .

Continuate a leggere per scoprire le informazioni più complete i su Ouranosaurus sul web. Scoprite tutto su questo dinosauro erbivoro cretaceo!

Tassonomia di Ouranosaurus

KingdomDivisionClassOrdenSuborderInfraordenFamilia Animalia Chordata Sauropsida Ornithischia Ornithopoda Iguanodontia Iguanodontidae Iguanodontidae .

  • Il Ouranosaurus appartiene al regno Animalia.
  • Questo dinosauro corrisponde al phylum Chordata.
  • La sua classe è Sauropsida.
  • L’esemplare appartiene al superordine Dinosaur .
  • Il suo ordine si chiama Ornithischia.
  • Corrisponde al sottordine designato Ornithopoda .
  • Da infraordine Iguanodontia.
  • Questo animale fa parte della famiglia Iguanodontidae.
  • Infine, il suo genere è Ouranosaurus.

Storia delOuranosaurus

Il territorio in cui ha vissuto è quello che oggi conosciamo come il continente africano di oggi, questo esemplare si è rivelato essere un autentico iguanodontiano adrosauroide , i cui resti sono stati trovati in una formazione che oggi conosciamo come Echkar, nel 1966.

La revisione o il dettaglio di questo esemplare è stata fatta 10 anni dopo la scoperta, dallo scienziato Philippe Taquet, del paese di Francia, che è stato anche responsabile di avergli dato quel nome.

Caratteristiche delOuranosaurus

Descrizione di Ouranosaurus

Si dice che l’esemplare ha basato la sua dieta sul consumo fedele di verdure che si trovano sulla superficie del suo habitat, oltre a poter utilizzare una coppia di arti per spostarsi da un punto all’altro.

Tuttavia, quando questo animale lo ha ritenuto necessario, ha deciso di utilizzare tutti i suoi arti senza alcun problema, quindi era una risorsa aggiuntiva che ha aiutato a difendersi da altri predatori o per ottenere più e meglio cibo per lui e la sua famiglia.

Lo sapevate?….Per quanto riguarda la sua lunghezza possiamo dire che il massimo che poteva avere era di circa 700 centimetri , mentre il suo peso era vicino ai 4000 chilogrammi.

Per quanto riguarda la struttura dentale di questo animale, possiamo affermare che in realtà non presentava elementi dentali nella zona anteriore della zona mandibolare, tuttavia, quello che possiamo trovare era una struttura simile ad un becco (come negli uccelli che conosciamo oggi), ma con caratteristiche piatte, un becco molto più grande del becco dell’esemplare denominato Iguanodon.

Inoltre, se smettiamo di concentrarci sulla zona frontale dell’area della mascella, possiamo vedere che la zona intermedia di questa struttura aveva elementi dentali abbastanza solidi , che avrebbero potuto essere utilizzati in larga misura per la masticazione massiccia delle verdure che in precedenza sarebbero state estratte con la struttura simile al becco degli uccelli.

Pertanto, possiamo anche occuparci di dettagliare le guance di notevoli dimensioni che l’esemplare possedeva, che avevano la stessa funzione che in altri dinosauri, per evitare che il cibo estratto dagli alberi o dagli arbusti si rovesciasse o cadesse, rendendo il processo di alimentazione dell’animale molto meno laborioso.

Se ora studiamo un po’ di più l’area del suo cranio, possiamo vedere che questo esemplare unico ha una depressione proprio nella zona temporale, cioè in quell’area che si trova proprio dietro i bulbi oculari, anche uno strano ma importante muscolo identificato come capiti-mandibularis , era completamente collegato alla zona mandibolare, consentendo una maggiore capacità di forza di morso e quindi migliore.

Il dettaglio di cui sopra non è un dettaglio minore, perché la presenza di questo muscolo è stato qualcosa di fondamentale in questo strano esemplare, perché questa caratteristica ha dato che un morso di grande potenza , un morso che probabilmente non è stato supportato da nessuno dei suoi predatori, così si dice che è stato utilizzato come mezzo fondamentale di difesa per la sua sopravvivenza, oltre che ha dovuto usarlo anche per nutrirsi meglio.

Un altro dettaglio di grande importanza di questi esemplari è che avevano una serie di bumps che in realtà sono venuti a rappresentare esempi di esibizionismo o differenziazione sociale, soprattutto in un momento in cui questi esemplari avevano bisogno di accoppiarsi e ottenere una femmina per continuare a dare vita alla loro specie.

Questi famosi urti erano situati in una depressione situata nell’area della struttura ossea nasale , proprio in quello che è conosciuto come il tetto cranico.

https://dinosauri.org/wp-content/uploads/2019/01/dibujo-ouranosaurus.jpg

Possiamo anche notare che questo esemplare aveva un artiglio interessante in ognuna delle sue mani, proprio nel dito che conosciamo come pollice, questo artiglio non era di dimensioni considerevoli ma si dice che era molto utile per eseguire alcune manovre importanti per poter ottenere il cibo necessario.

D’altra parte, il famoso dinosauro chiamato Iguanodon possedeva anche una qualità molto simile, tuttavia, quest’ultimo animale aveva un artiglio simile ma di dimensioni molto più grandi, quindi forse potrebbe dargli più usi del dinosauro protagonista di questo testo.

Le altre dita dell’esemplare vennero a formare una specie di cappello, il che è possibile che sia stato molto utile per il compito di spostarsi da un punto all’altro, così come si dice che quando si è spostato utilizzando i quattro arti che possedeva, probabilmente gli elementi ossei di questo animale potrebbero aver subito frequenti spostamenti.

Pertanto, per evitare questo tipo di situazione, la cosa più appropriata era che questi elementi ossei fossero collegati, e proprio come erano, gli elementi ossei nella zona del polso sembravano completamente uniti tra loro per evitare malfunzionamenti della struttura in generale.

D’altra parte, gli altri arti dovevano essere di notevole lunghezza e forza per poter sostenere l’intero volume del corpo dell’animale, solo allora avrebbero potuto farlo. L’elemento osseo noto come femore è detto essere la stessa lunghezza di elemento osseo identificato come tibia .

Una particolarità che era molto simile ad un animale chiamato Spinosaurus , era la famosa grande candela composta da elementi della pelle, candela che doveva quindi essere sostenuta interamente da una serie di spine, che erano distribuite intorno alla zona del dorso e anche in gran parte della struttura della coda dell’animale.

In questo caso, si afferma che questa “candela” aveva la funzione di regolare la temperatura propria del corpo di questo singolare essere preistorico.

Una grande differenza che questo dinosauro aveva con un altro esemplare noto come Dimetrodon (che non era un dinosauro ma un pelicosauro), era certamente questa stessa candela composta da elementi della pelle stessa, poiché in questo caso gli elementi ossei che erano responsabili del sostegno della struttura in realtà non divennero così robusti come nel caso del dinosauro protagonista di questo articolo.

Qui di seguito vi lasciamo con un video riassunto in cui è possibile espandere molte più informazioni su questo dinosauro e finire di conoscere i dettagli più importanti di esso:

Quindi è davvero difficile vedere la somiglianza se ci concentriamo sull’analisi dettagliata dei due esemplari, cosa che viene spesso raccomandata molto spesso ai grandi e prestigiosi scienziati di oggi.

Vi lasciamo con un video sul Ouranosaurus dove parliamo un po’ di più di questo dinosauro e di alcuni dettagli interessanti.